Pretoria

Posta circa 50 km a nord di Johannesburg, con cui forma una sterminata conurbazione, Pretoria è nota per i suoi viali e i suoi giardini dalla lussureggiante vegetazione subtropicale: possiede, infatti, più di cento parchi, tra cui alcune riserve naturali e ornitologiche, che in primavera si coprono di fiori. Fra questi predominano quelli degli alberi di jacaranda (70.000), che in ottobre avvolgono la città in una nuvola azzurro malva. Posta a 1363 m di altezza, la città è circondata da colline; i suoi inverni sono miti e le sue estati calde.
I Voortrekker vi giunsero tra il 1850 e il 1860 e ne fecero la capitale della Repubblica del Transvaal e della prima Zuid-Afrikaansche Republik (ZAR), sognando di non essere conquistati (come invece avvenne) dagli Inglesi e di sottomettere completamente i neri. Il suo nome deriva da quello di Andries Pretorius, l’eroe della battaglia di Blood River. Oggi, centro di ricerca e di cultura, è la capitale amministrativa del Sudafrica; possiede un’estensione di 632 kmq e una popolazione di circa 600.000 abitanti. Nell’Ottocento sono stati costruiti parecchi edifici di valore storico, che a stento sono sopravvissuti alle furie moderniste degli urbanisti degli anni Settanta, i quali hanno costellato la zona centrale di grattacieli, shopping center e orribili monumenti di regime.