Mpumalanga - Villaggi ndebele

Lasciato il Gauteng, dopo Witbank si entra nel Middleveld e, in 29 km, si incontra Middelburg, cittadina a metà strada fra Pretoria e Lydenburg; fondata nel 1859 dai pionieri boeri, è la sede del più grande stainless steel mill (acciaieria) dell’Africa. Si trova a 170 km da Johannesburg, sulle rive del Klein Olifants River, a 1492 m di altezza e al centro di una zona mineraria, dove si estrae carbone utilizzato per la grande centrale termoelettrica di Eskom, che distribuisce elettricità in tutto il Paese. Middelburg (125.000 abitanti), linda e ordinata, mantiene ancora l’impronta afrikaner e agricola. Tutte le informazioni sulla zona, comprese quelle sui villaggi ndebele, si possono avere presso il Tourist Information Office (19a Saoc St, tel. 2432253).

Negli immediati dintorni si trovano alcune località che meritano di essere visitate: il Fort Merensty, a 10 km da Middlenburg, che risale alle Guerre Anglo-Boere, la Loskop Dam Game Riserve, a 45 km, che si estende su 15.000 ettari e dove si trova una diga di 23 km che racchiude un ampio bacino ai piedi delle colline del Waterberg, e la Botshabelo Nature Reserve, a 20 km, dove vivono antilopi e rinoceronti.
Ma soprattutto si possono visitare alcuni villaggi ndebele: la Botshabelo Mission Station, a 10 km, sulla Groblersdal Road, è un villaggio accuratamente restaurato, dove si può cogliere l’atmosfera della cultura ndebele e quella della missione religiosa luterana che vi sorse verso la metà dell’Ottocento. Il nome Botshabelo vuol dire «rifugio» e qui gli Ndebele hanno realizzato eccellenti capolavori della loro arte tradizionale; si tratta di una sorta di museo all’aria aperta, totalmente immerso nella natura, che ripercorre la storia e i costumi di questo popolo. È possibile pernottare e mangiare all’interno del villaggio, in quanto vi sono alcuni bungalow e un ristorante, tutti a prezzi economici. (Informazioni: tel. 2826088-2435020. Orario: tutti i giorni 8-17. Ingresso: 1R a persona e 15R per automobile).

Verso il Mozambico
Un altro importante centro ndebele si trova a Mabhokho, villaggio situato 6 km a nord di Siyabuswa; per raggiungerlo occorre arrivare a Bronkhorstrpruit (25 km a ovest di Middelburg), puntare verso nord e superare Dennilton e Siyabuswa. Qui è stata costituita nel 1997 la Ndebele Foundation, che ha costruito cinque edifici nello stile tradizionale di questo popolo, ha bonificato un largo tratto di terreno e ha piantato nuovi alberi; lo scopo della fondazione è di promuovere e valorizzare la cultura ndebele, cercando di far rinascere la tradizione artistica di questo popolo, che rischia di scomparire. I visitatori possono alloggiare in un bed & breakfast, realizzato nello stile tipico locale, e gustare la cucina degli Ndebele; vi sono laboratori artigianali e d’arte, dove è possibile apprendere l’affascinante cultura di questo popolo. Qualsiasi tipo di informazione può essere ricercata presso la fotografa Margaret Courtney-Clarke, che si è prodigata per la nascita e lo sviluppo di questa fondazione (via Pian del Cerro 8, Bagnaia, tel. 0761 289873, fax 0761 287958).
Ritornando sulla N4 si superano Belfast (68 km) e Nelspruit (135 km), si entra nel Lowveld, il Basso Veld, e si raggiunge Komatipoort (111 km), alle porte del Mozambico (3 km), Paese a cui si può accedere da Ressano Garcia (2 km); il posto di confine è aperto tutti i giorni dalle 7 alle 20.
 

testi di: Pietro Tarallo