Mpumalanga - Pioneer Route

Il seguente itinerario si svolge da sud verso nord, da Hazyview fino a Hoedspruit, nella Provincia Settentrionale, e attraversa foreste e canyon di notevole interesse paesaggistico all’interno della regione montuosa del Lowveld e del Klein Drakensberg. Ma non è tutto: si visita anche Pilgrims Rest, villaggio fermo nel tempo, dove tutto è rimasto come quando era abitato da cercatori d’oro e avventurieri.
Mini-bus locali uniscono fra loro i piccoli centri della zona, ma i tempi di percorrenza sono lunghi e notevoli le difficoltà per raggiungere tutte le località: un’automobile presa a noleggio risolve ogni problema.

Nella foresta inventata
Da Hazyview con la R536 si sale progressivamente fra il verde di alti alberi, soprattutto pini e eucalipti, fino a raggiungere Sabie (45 km), graziosa cittadina a 1109 m d’altezza, molto amata dai pescatori per la pescosità dei suoi fiumi. Il Foresty Museum racconta la storia delle foreste e delle piantagioni di alberi della zona: nei dintorni, infatti, si estendono i boschi più vasti del Sudafrica (Orario: lunedì-venerdì 9-17, sabato 9-12. Ingresso: 4R). Nella zona, numerose sono le possibilità di escursioni: suggestivo in particolare il tour a cavallo offerto da Fern Tree Park Horseriding, tel. 7642215, dalle 10 alle 15, 50R per ora, 150R incluso il pranzo.
La zona attorno a Sabie è ricca di spettacolari cascate, tra le quali le Bridal Veil Falls, 5 km a nord, alte 70 m; le Lone Creek Falls, a ovest, alte 68 m e le Mac Mac Pool & Falls, sulla R532, a 4 km.
Per mangiare qualcosa nella zona si tenga d’occhio Smokye, un vagone di treno blu, con mucca bianca e nera sul tetto, dove si servono pizze e caffè. Ottimi acquisti da Mphazeni Fine African Art & Crafts, tel. 7642074, il meglio dell’artigianato locale. Per informazioni l’Ufficio del turismo è in Main St, tel. 7642090, all’interno del Municipio.

Il sogno impossibile dei cercatori d’oro
Salendo sempre di più con la R37, fra vasti panorami e boschi di conifere, dopo 47 km si arriva al Long Tom Pass (2150 m), che supera la catena montuosa del Klein Drakensberg, il «Piccolo Drakensberg»; il nome del passo deriva da quello del famoso cannone utilizzato dai Boeri nelle guerre contro gli Inglesi. A 42 km si trova Lydenburg (Città della sofferenza), una gradevole cittadina attraversata dalla Voortrekker St, con boutique e coffee shop situati in case d’epoca; appena fuori dall’abitato si può visitare il museo, che espone cimeli storici (Orario: lunedì-venerdì 9-12 e 14-17, sabato 10-13. Ingresso: 5R).
In 60 km si è a Pilgrim’s Rest, un efficace esempio di museo vivente all’aria aperta: questo piccolo villaggio, infatti, illustra accuratamente nelle sue strade il passato di un centro di cercatori d’oro dell’Ottocento. Qui il tempo si è proprio fermato agli anni in cui venne scoperto l’oro (1873): una febbre travolgente che durò circa dieci anni; l’intero paesino fu venduto al governo centrale quando il filone aurifero si esaurì (1972). Pilgrim’s Rest si divide in due parti, Uptown e Downtown: in pratica si tratta di una strada alberata lungo la quale si trovano i principali edifici storici. Di particolare interesse è l’Alanglade House Museum, che fu la residenza privata del direttore della miniera, al cui interno si trova ancora il mobilio vittoriano e liberty del tempo. Il Village Museum raccoglie oggetti appartenuti ai cercatori d’oro e il Dredzen Shop & Museum conserva numerosi articoli e prodotti d’uso comune, risalenti alla fine dell’Ottocento; la tipografia del giornale Pilgrim’s Rest & Sabie News è ancora odorosa di inchiostro di stampa.
Questi edifici storici, dislocati sulla Main St, si possono visitare tutti giorni dalle 9 alle 13.45 e dalle 15.45 alle 17; l’ingresso costa 10R e il biglietto cumulativo si acquista presso il Pilgrim’s Rest Tourism (tel. 7681211).
Il Duggings Museum, situato poco più di un chilometro a sud della cittadina sulla strada per Graskop, organizza visite guidate all’impianto di lavaggio delle sabbie aurifere: un’occasione per vivere una giornata immedesimandosi nei cercatori d’oro dell’epoca (Orario: tutti i giorni 10-15. Ingresso: 10R).
Un carro d’epoca tutto addobbato porta i turisti da Uptown a Downtown e viceversa per 5R a persona.
 

testi di: Pietro Tarallo