Contatti

Pesca d’altura

Presso gli alberghi è possibile organizzare battute di pesca d’altura di cui Mauritius è una delle capitali mondiali. Nelle sue acque, che a un miglio dalla costa raggiungono i settecento metri di profondità, sono stati stabiliti numerosi record mondiali registrati dall’IGFA (International Game Fishing Association) fra cui di recente due marlin blu rispettivamente di 614 e 649 kg. 

Assieme a marlin neri, più grossi, e marlin blu, in perenne migrazione, le due prede più ambite dai pescatori, ci sono squali di tutti i tipi, sailfish (pesci vela), barracuda, tonni del genere bonitos yellowfin (pinna gialla), doogtooth e skipjack, e ancora wahoo e dorados che abbondano soprattutto fra ottobre e aprile. 
Tutti i pesci del big-game sono potenti lottatori, ma di solito si difendono sott’acqua e non si vedono fino alla fine del combattimento. Il marlin invece, l’Empereur, come lo chiamano qui, impiega una specie di guerriglia senza esclusione di colpi con chi tenta di catturarlo: affondamenti improvvisi, salti acrobatici sopra la superficie, tuffi in picchiata, capriole, che spesso gli consentono di liberarsi dalla lenza e riguadagnare la libertà. 
Dal 1982, all’inizio di dicembre, Mauritius ospita la Marlin World Cup, gara internazionale di pesca al marlin, che dura cinque giorni.
 
testi di: Rossella Righetti