Siti archeologici

 Un percorso dedicato all’archeologia non può prescindere da Petra e Jerash. Ma anche la capitale Amman conserva, sia sull’acropoli che nel vecchio nucleo urbano, numerose tracce degli insediamenti che vi si sono succeduti nel corso dei secoli. 

Di particolare interesse sono i siti biblici e quelli che vantano una straordinaria ricchezza di mosaici bizantini: Madaba, Umm al-Rasas, Monte Nebo, Wadi Kharrar (luogo del battesimo di Cristo), Umm al-Jimal, Umm Qais e Aqaba, dove è stata scoperta la più antica chiesa conosciuta. 

Molto interessante, soprattutto per la posizione geografica, il sito di Mukawer, l’antica Macheronte. Da non dimenticare alcune località lungo la valle del Giordano, prima tra tutte Pella, dove si insediarono i primi regni dell’Età del Ferro. 

Notevoli inoltre le costruzioni dei califfi omayyadi, nel deserto orientale: Amra, Kharaneh, Tuba e Azraq, di epoca anteriore. Tra le fortezze: Ajloun, araba, Shobak e Karak, crociata. Un’ottima sintesi delle varie epoche storiche è offerta dal Museo Archeologico di Amman. Presso alcuni siti archeologici (Petra, Jerash, Madaba, teatro romano di Amman) sono disponibili guide locali di lingua inglese. A Jerash qualcuno parla anche italiano.