Contatti

Documenti e formalità doganali

Per recarsi in Giordania sono necessari passaporto valido per almeno sei mesi dalla data di partenza e visto di ingresso. Questo può essere ottenuto presso le ambasciate e i consolati (che eccezionalmente rilasciano anche visti multipli) oppure presso tutti i punti di frontiera ad eccezione di quello del Ponte di Allenby (o Ponte di Re Hussein), perché è solo un check point.

Le modalità per l’ottenimento del visto in frontiera sono molto semplici e non richiedono fotografie; il costo è di 10 JOD e la validità è per un solo viaggio. Se si arriva in Giordania da Israele attraverso il check point del Ponte di Allenby è necessario essere già in possesso di un visto di ingresso. Ma se ci si trova già in Giordania, si può uscire e rientrare transitando sempre da Allenby senza dover avere un ulteriore visto. Il visto consente un soggiorno di due settimane, che si può estendere fino a tre mesi recandosi presso gli appositi uffici di polizia.

I visitatori che scelgono Aqaba come meta del loro soggiorno giordano hanno diritto al rilascio di un visto gratuito se il proprio ingresso avviene dal porto o dall’aeroporto di Aqaba o dal valico terrestre di Araba. L’esenzione dal pagamento del visto consente di uscire dalla zona di Aqaba (per visitare Petra o altre località) per un periodo di 48 ore. La stessa agevolazione è estesa anche a chi transita dall’aeroporto internazionale di Amman o da ogni altro valico terrestre e dichiara all’ufficio immigrazione che intende recarsi ad Aqaba entro 48 ore. In questo caso, all’arrivo presso uno dei check points di Aqaba si dovrà compilare un formulario che comprovi l’effettivo ingresso nella Zona Economica di Aqaba nel periodo consentito. In caso contrario, al momento della partenza dalla Giordania sarà richiesto il pagamento del visto di ingresso.

Al momento di lasciare la Giordania (anche da Aqaba) è richiesto il pagamento di una tassa di partenza il cui importo è sempre di 5 JOD. La tassa va pagata presso l’ufficio doganale competente, nelle varie frontiere. Partendo in aereo da Amman, se si effettua il check-in presso il city terminal della Royal Jordanian (nella zona del Settimo Circolo, ad Amman), la tassa può essere pagata presso il banco di accettazione. La ricevuta del pagamento viene allegata alla carta di imbarco, se si parte in aereo, oppure al passaporto, se si viaggia via terra. L’apposizione del visto israeliano sul passaporto limita la possibilità di visitare altri Paesi arabi con lo stesso documento. Tale limitazione si applica anche a chi avesse sul passaporto il timbro di ingresso in Giordania da una delle frontiere terrestri con Israele. È quindi sempre consigliabile chiedere agli addetti alle frontiere di entrambi i Paesi di apporre i timbri di passaggio su un foglio a parte.
testi di: Carla Diamanti