Mar Morto - Riserva Naturale del Mujib

La Riserva Naturale del Mujib si stende attorno all’omonimo Wadi, un profondo e maestoso canyon che spacca improvvisamente il brullo altipiano e prosegue fino alle sponde del Mar Morto. Alle spettacolari pareti rocciose si alternano spazi desertici con vegetazione sparsa, precorsi da torrenti stagionali che si immettono nei canaloni, formando bacini idrici e alimentando una florida flora.

È la seconda riserva giordana per estensione ed è quella che si trova al punto più basso della Terra; al suo interno un vasto spazio è dedicato alla riproduzione dello stambecco nubiano. Tra gli altri esemplari di fauna, la lince del deserto, un felino di media taglia con ciuffi di pelo bianchi e neri sulle orecchie; agile cacciatore dotato di uno straordinario salto, afferra con le zampe gli uccelli in volo.

La riserva di Mujib venne fondata nel 1987 per preservare uno dei più straordinari ecosistemi montuosi della Giordania, con un salto di altitudine di 1300 metri: dai 900 sul livello del mare ai 400 sotto il livello del mare. Vi sono stati censiti 400 specie di piante e 250 di animali. Il Wadi Mujib, da cui la riserva prende il nome, si trova al centro dell’area protetta e rappresenta uno dei fiumi più puliti della Giordania.

Per esplorarla, sono stati messi a punto vari circuiti a piedi di diversa durata e difficoltà, consentiti solo con l’accompagnamento di una guida naturalistica. Il più completo, Malaqi trial, dura circa sette ore ed è riservato ai camminatori esperti. Parte dal ponte sulla gola, lungo le sponde del Mar Morto e si inoltra nella riserva risalendo il wadi fino alla gola di Mujib, da cui si prosegue camminando fino alle piscine naturali dell’area di Malaqi, da cui poi si ritorna al punto di partenza. Il circuito, che si effettua solo da aprile a ottobre, è limitato a sei gruppi di 25 persone a settimana; è necessario quindi prenotare con anticipo. Più facile il Siq trial, che dura da una a tre ore e alterna camminate a nuotate; inizia dal ponte sulla gola di Mujib, nei pressi del Mar Morto e prosegue fino alla cascata, per poi ritornare al punto di partenza. È uno dei circuiti più popolari. Gli altri percorsi iniziano sulla parte alta e poi ridiscendono; l’Ibex trial giunge fino alla zona di ripopolamento degli stambecchi; dura due-tre ore e si effettua tutto l’anno.

La zona di Mujib è piuttosto calda in estate e molti dei circuiti prevedono una parte in acqua (anche profonda) e una parte a piedi. I circuiti che prevedono un percorso in acqua sono praticabili dal 1 aprile al 31 ottobre; gli altri tutto l’anno. La Riserva è aperta dalle 9 alle 17.

testi di: Carla Diamanti