Mar Morto - Le sponde

Lungo la sponda giordana del Mar Morto ci sono alcuni punti in cui è possibile accedere liberamente all’acqua, una sorta di spiaggia libera. Se si sceglie questa possibilità, rinunciando alle strutture private con attrezzature adeguate, bisogna però tenere conto del fatto che dopo il bagno è necessario fare un’immersione in acqua dolce, e l’unica possibilità al di fuori delle strutture turistiche è l’acqua che si raccoglie al fondo del Wadi Mujib (dove però c’è un cartello che vieta la balneazione).

Rimanere con l’acqua salata del Mar Morto dopo il bagno, soprattutto se fino a sera, può provocare arrossamenti e irritazioni cutanee causate dal sale.

Volendo si può approfittare di attrezzature e spiagge più o meno organizzate, dove oltre a spogliatoi e docce si possono trovare bar, ristorante e anche bungalow per la notte, oltre all’immancabile negozio con i prodotti a base di fango e sali. Gli alberghi consentono l’accesso ai visitatori anche per una sola giornata, proponendo diverse formule con o senza pasto e con servizi differenziati.

testi di: Carla Diamanti