Acco

È l’antica San Giovanni d’Acri, ultimo baluardo crociato che resistette fino al 1291. In epoca crociata era il porto principale sul Mediterraneo, punto di accesso per la Palestina. Sulla preesistente città crociata, oggi sotterranea, gli Ottomani nel XIV secolo ne costruirono un’altra. Oggi Acco è una delle più affascinanti città di Israele, patrimonio Unesco. All’interno delle mura nasconde un labirinto di vicoli e strade piene di vita. Passeggiare tra stradine e negozi è molto piacevole, ma si deve fare attenzione all’atteggiamento di qualche venditore ambulante, a volte un po’ insistente. Molto bella la passeggiata sulle mura della città, da cui si possono ammirare il Monte Carmelo e Haifa, la Galilea e tutta la città vecchia. Questa si sviluppa attorno alla zona del pittoresco suq arabo, chiamato khan al-Umdan. Sicuramente però il punto principale di richiamo è la città crociata sotterranea, oltre al vecchio porto, ai vari musei e alla moschea al-Jazar. 
 
La fortezza sotterranea
La città crociata sotterranea pare sia stata scoperta accidentalmente, e i primi lavori di scavo portarono alla luce una magnifica sala di vaste dimensioni con tre colonne portanti al centro, sovrastate da un soffitto a volta cruciforme. L’ottima acustica della sala è attualmente sfruttata per concerti e spettacoli teatrali.
Uscendo dalla fortezza e girando a destra si incontra, subito sulla sinistra, l’ingresso di un bagno turco, visitabile e ancora in buono stato. La moschea di al-Jazar è nei pressi del porto (Aperta dalle 8 alle 18 tutti i giorni; chiusa durante le preghiere).
 
testi di: