Gerusalemme - Quartiere degli Ortodossi (Meah She‘arim)

Si chiama Meah She‘arim il quartiere fondato nel 1875 e abitato solo da ebrei ultraortodossi che vivono in modo molto rigido e molto chiuso. Basti pensare che quando venne costruito, il quartiere era cinto di mura di protezione, come un ghetto, e che ancora oggi i suoi abitanti sono dediti agli studi religiosi, vestono nello stile dell’Europa del XVIII secolo, non hanno televisione e proteggono i bambini dai contatti con l’esterno. Non amano le intrusioni dei visitatori, anche se questi intendono semplicemente passeggiare nelle strade pubbliche. È bene coprirsi spalle e gambe, anche se si cammina in luoghi pubblici come quelli del resto della città. È un’esperienza davvero singolare, ma deve essere affrontata con cautela e rispetto evitando anche di fotografare.
 
testi di: Carla Diamanti