Mitzpe Ramon

Posta a circa 900 m sul livello del mare, questa cittadina nel deserto, insieme al suo Centro Visitatori, è diventata un vero e proprio riferimento per chiunque voglia scoprire il Negev. 
In particolare è il punto di partenza per le escursioni all’interno dell’affascinante cratere di Makhtesh Ramon, circondato da una scarpata impressionante. La maggior parte del territorio di Mitzpe Ramon è stata inglobata nel parco omonimo, le cui bellezze naturali vengono sottolineate ancora di più da una serie di iniziative volte a cogliere il meglio della zona. Ramon Park è la riserva naturale più grande di Israele.
Il cratere di Makhtesh Ramon si può visitare partecipando a un’escursione organizzata, oppure con auto propria, seguendo i percorsi segnalati. In questo caso non è necessario pagare alcun biglietto di ingresso, ma è consigliabile munirsi di una cartina dettagliata (chiedere presso il Centro Visitatori), per approfittare al meglio dei circuiti possibili.
Makhtesh Ramon è il più grande cratere del mondo. Quaranta chilometri di lunghezza per nove di larghezza e 400 metri di profondità danno vita a svariati fenomeni geologici e naturalistici: deserto di sabbia, montagne spaccate da gole e grotte, gazzelle, lupi, leopardi e oltre 1200 specie vegetali diverse. Alla natura si aggiungono resti archeologici di epoca cananita, del regno di Giuda, dell’Impero Nabateo e di quello Bizantino.
Non distante dal Centro Visitatori si trova Bio Ramon, un progetto che presenta la geologia, la flora e la fauna dei sei diversi habitat delle montagne del Negev e propone una serie di attività conoscitive adatte a diverse fasce d’età, oltre a visite individuali o guidate (stessi orari del Centro Visitatori).
 
testi di: Carla Diamanti