Regione di Eilot

Prende il nome di Eilot la zona più meridionale del deserto del Negev, quella che arriva fino al Mar Rosso. Si può visitare bene facendo base a Eilat, da cui vengono organizzate numerose escursioni dirette soprattutto alla zona del parco di Timna, turistico ma spettacolare. In questa regione la grande spaccatura siro-africana ha creato un paesaggio estremamente vario: le rocce assumono un colore che cambia con il mutare della luce, carico di rosso, di ocra, soprattutto nelle gole che si prolungano verso il mare.
Eilot venne abitata fin dalle epoche remote, quando le popolazioni insediatesi nei villaggi agricoli cominciarono a sfruttare i ricchi giacimenti di rame delle miniere conosciute come «miniere di re Salomone» che attualmente fanno parte del parco di Timna. 
Nella parte orientale della regione di Eilot si trova la valle di Arava, che fa da confine naturale con la Giordania. È una zona desertica che ricorda la savana, con alberi di acacia e arbusti, nonché habitat di gazzelle. Oggi l’area è meta di visitatori e di appassionati di ornitologia, visto che proprio qui transitano innumerevoli specie di volatili durante le migrazioni stagionali.
 
testi di: Carla Diamanti