Washington, US
11:44 am, Dicembre 9, 2022
-6°C
cielo coperto
Visibility: 10 km
Sunrise: 7:38 am
Sunset: 4:11 pm

STATI UNITI D’AMERICA

Non esiste forse alcun Paese al mondo in cui si arriva credendo di sapere tutto come accade negli Stati Uniti.

Nome ufficiale:
United States of America
Sigla nazionale: USA
Forma di governo: Repubblica presidenziale federale
Divisione amministrativa: 50 stati e un distretto (Distretto della Columbia)

Capitale: Washington (circa 7 milioni l’area metropolitana, 600 mila la città)
Superficie: 9.631.418 kmq
Popolazione: 329.256.465 ab.
Densità: 36 ab/kmq
Lingua: Inglese

Religione: protestanti 51%, cattolici 23,9%, mormoni 1,7%, ebrei 1,7%, musulmani 0,6%, altre confessioni o atei 20,6 %.

Documenti: necessario passaporto con validità di almeno sei mesi dalla data di ingresso e l’ESTA o il visto.
Valuta: Dollaro USA (USD)

SCENARI

icona clima
icona natura

La varietà del clima e degli ambienti costringe a preparare una valigia con capi di abbigliamento adatti a più stagioni e molto pratici: a volte, come capita in inverno se si va, ad esempio, sia in Florida che a New York, può anche essere necessario avere a disposizione vestiti adatti non solo a temperature caratteristiche della primavera-estate, ma anche a giornate di freddo intenso. Attenzione poi all'aria condizionata in estate e al riscaldamento in inverno, entrambi mantenuti a livelli a dir poco eccessivi: ci vuole un abbigliamento a strati, ad esempio portandosi dietro un pullover anche in agosto a Las Vegas, in pieno deserto del Nevada, quando fuori dai casinò si sfiorano i 40 C!

Il look può essere tranquillamente informale; giacca e cravatta sono invece indispensabili se si intende partecipare ad appuntamenti mondani e possono costituire un obbligo in di un certo livello.

Flora. Le piante simbolo degli Stati Uniti d'America sono l'Artemisia tridentata, una pianta autoctona che vive nelle zone desertiche, e il Pino edulis (o pino del Colorado), simbolo dello Stato del New Mexico. Poi, naturalmente, le Sequoia della California - famose in tutto il mondo - e l' Ilima (Sida fallax), il fiore caratteristico delle isole Hawaii: un ibisco giallo usato per il confezionamento del Lei, la tipica collana ornamentale.

Fauna. Il bisonte è l'animale caratteristico delle grandi pianure americane, le praterie. Poi naturalmente ci sono le aquile, i coyote, ma soprattutto gli orsi: quello nero, che si trova soprattutto in California ma anche in Virginia e in North Carolina, e il famoso Grizzly o orso bruno avvistabile nel Maine. Discorso a parte per serpenti e alligatori, diffusissimi nel Sud: per gli appassionati esistono esperienze uniche di osservazione e avvicinamento!

icona cultura
icona kids

Un viaggio sulle orme dell'ex presidente Obama? Non è ancora stato stabilito il sito in cui Obama erigerà la sua Library, la biblioteca dove verranno conservati documenti sia sulla sua persona che sulla sua presidenza. Voci accreditate parlano di Chicago, per una maggiore facilità di accesso al grande pubblico e agli studiosi, molti sono però convinti che anche alle Hawaii Obama lascerà un suo segno. Nell'attesa possiamo iniziare a visitare la Chicago di Obama partendo dalla casa in cui la famiglia abitava prima di trasferirsi alla Casa Bianca, al 5046 di S. Geenwood Avenue, nella South Side della città. Il Grant Park, rilassante e pieno di attrattive, è il luogo dove Obama tenne il suo discorso la notte in cui per la prima volta venne eletto presidente. Si può inoltre visitare l'Università di Chicago, in cui Obama insegnava legge o la Boutique Ikram di Ikram Goldman, quella preferita da Michelle, al 873 di North Rush Street.
Il presidente è un grande sportivo e al 500 N. Kingsbury Street di Chicago c'è l'East Bank Club, dove tutt'ora Barack si ferma quando passa in città per misurarsi in una partitina a basket con i suoi amici. All' U.S. Cellular Field giocano invece i White Sox, la squadra di baseball del cuore del presidente (333 W. 35th Street).
La libreria preferita dagli Obama? La 57th Street Book Store, dove la famiglia al completo si recava abitualmente in cerca di letture per tutti: il negozio merita una visita perché eccellentemente rifornito (1301 E. 57th Street ad Hyde Park).
E per una cenetta romantica imitando la First Couple? Bisogna spostarsi a Washington e prepararsi a pagare un conto salato e se non si è assieme al'ex presidente anche a fare lunghe file, ma può valerne la pena: il Rose's Luxury è il ristorante più alla moda di Washington (e uno dei migliori ristoranti di tutti gli Stati Uniti). Dopo una prima vista gli Obama sono tornati anche per festeggiarci il compleanno.

Come divertirci insieme durante gli spostamenti? Tre consigli:
1. Per i viaggi "on the road" una delle cose più divertenti per i piccoli è il gioco delle targhe, vale a dire osservare le targhe delle auto e cercare di decifrare i messaggi che i proprietari vogliono dare al prossimo. Oltre a passare il tempo i bimbi potranno anche approfondire qualche vocabolo inglese.
2. In ordine alfabetico, elencare quel che si scorge fuori dal finestrino, a ogni turno ripetere a memoria tutto ciò che si è visto dall'inizio. Per fare osservare ai piccoli le piccole differenze: nel traffico, generalmente a velocità più lenta della nostra e molto spesso anche più ordinato, il clacson non risuona quasi mai e, a parte rare eccezioni, la cortesia regna incontrastata nella maggior parte delle strade americane; nei paesaggi, in America sono tra i più vari. Anche l'abbigliamento dei locali varia da zona a zona, dallo sportivo casual dei californiani ai cappelli da cowboy del Montana, mentre in città, anche durante l'estate, la norma è imbattersi in "locali" in rigorosa tenuta da ufficio, con tanto di giacca e cravatta per i signori e tailleur con calze per le signore: queste ultime in special modo per noi sono una vera e propria rarità. Le cose cambiano il venerdì, quando in molti uffici è permesso un abbigliamento più casual, ed allora se siamo alle Hawaii, ad esempio, anche i blue collar indossano le tipiche camicie a fiori.
3. Tenere un diario di viaggio, anche registrato può andar bene, e preparare 3 domande per intervistare (e poi ritrarre in foto o in disegno) chi si incontra.

6 posti dove mangiare a New York nella primavera 2022
• Le famose bistecche di Harry's at Hanover Square
• Pancakes e colazione all'americana da Bubby's
• Tacos in ambiente cool da La Esquina restaurant of Art
• Finger food sul terrazzo da Merc, 430 Broadway
• Piatti fusion e ambiente glamour da Bozu
• Brunch e sapori brasiliani nel week end da Miss Favela, Brooklin, altre contee

LE NOSTRE GUIDE

Lo strumento immancabile nel bagaglio del vero viaggiatore. Preziosi consigli e storie originali, per orientarvi e per scoprire cose nuove del mondo, accompagnati da autori attenti ed esperti.

PERSONALIZZA LE TUE GUIDE

Per portare i tuoi clienti a vaggiare con te